Tanta qualità e varietà di mieli nel 41° del Concorso Tre Gocce d’Oro

 

Scarica la Guida "Grandi Mieli d'italia" con tutti i mieli premiati

Dopo le due grandi crisi del 2016 e del 2017, la ripresa della produzione del 2018, anche se in maniera non uniforme, ci aveva fatto sperare nell’inizio di un periodo favorevole all’apicoltura italiana. Nulla di tutto ciò è avvenuto, il 2019 e il 2020 si sono presentati con condizioni meteorologiche particolarmente avverse che hanno avuto notevoli impatti negativi sulla produzione. Tale tendenza negativa si conferma anche per questo 2021, riflettendo il grave impatto che il cambiamento climatico in atto sta avendo sul settore apistico.
In diverse situazioni si tratta di un vero e proprio azzeramento del raccolto di miele.
Dal punto di vista produttivo il 2021 ha rappresentato una stagione apistica drammatica, alla gelata tardiva di aprile è seguito un andamento meteorologico caratterizzato da forte vento sulla generalità del territorio nazionale e da piogge associate a basse temperature al nord. Queste condizioni hanno determinato la perdita dei mieli primaverili sia al nord che al sud, in particolare l’acacia e l’agrumi.
Purtroppo, la stagione estiva non ha consentito sostanziali recuperi produttivi, soprattutto a causa della prolungata siccità.
Il cambiamento climatico in atto ha determinato una diffusa situazione di fame che ha costretto gli apicoltori a ricorrere ad una massiccia nutrizione delle famiglie, per evitare la perdita del patrimonio apistico, con un aggravio pesanti dei costi aziendali.
In Sicilia, segnatamente nelle province di Catania e Siracusa, in seguito al raggiungimento di temperature intorno ai 49 gradi centigradi, si è assistito alla morte o alla sparizione di intere famiglie.
Nonostante questa situazione si conferma numerosa la partecipazione al Concorso Tre Gocce d’Oro - Grandi Mieli d’Italia, con 1.067 mieli partecipanti, prodotti in ogni parte d’Italia e inviati all’Osservatorio Nazionale Miele da oltre 400 apicoltori.
Un dato positivo in questo quadro desolante, l’entusiasmo che ha animato i produttori nell’aderire a questo evento. Le valutazioni analitiche e sensoriali hanno quindi selezionato i 373 mieli descritti in questa guida (18 con Tre Gocce d’Oro, 145 con Due Gocce d’Oro e 210 con Una Goccia d’Oro).
I mieli sono stati analizzati da due diversi laboratori e sottoposti ad analisi sensoriale da parte di 84 esperti iscritti all’albo nazionale. Si tratta di un’attività intensissima che consente, ogni anno, di fare una fotografia della situazione produttiva italiana e di fornire al produttore importanti informazioni sul miele prodotto e di indicare al consumatore attento i prodotti che eccellono per i diversi tipi e per zone di produzione.
La necessità del consumatore di disporre di uno strumento per potersi orientare nel mondo della produzione è un’esigenza sempre più impellente. La guida Tre Gocce d’Oro consente di rintracciare i migliori mieli prodotti, raccogliere questo patrimonio e diffonderlo nei diversi formati oggi possibili, dal cartaceo al web, al mobile, con tanto di georeferenziazione, per giungere in tempo reale all’apicoltore dove poter acquistare il miele desiderato. L’app “Tre Gocce d’Oro” è un modo semplice per conoscere i produttori premiati al concorso e i migliori mieli d’Italia. L’applicazione è disponibile del tutto gratuitamente sia in ambiente iOS che Android.